Dieci cattive ragioni

Se non ti iscrivi alla FIAB per una delle 10 ragioni sotto elencate TI SBAGLI, e ti spieghiamo perché.

NON MI ISCRIVO PERCHÉ…

  1. NON MI INTERESSANO LE GITE. VADO IN BICI SOLO PER I MIEI NORMALI SPOSTAMENTI QUOTIDIANI (LAVORO, SPESA, ECC.). Gli A.d.B. propongono un uso abituale della bicicletta e sono ciclisti urbani, come te. Iscrivendoti sostieni chi si batte per i tuoi diritti, per le piste ciclabili, ecc. Certo, le gite appassionano una buona parte dei soci e costituiscono una valida promozione, ma non sono lo scopo principale dell’associazione. E’ normale, perciò, che molti non vi partecipino mai.
  2. NON USO MAI LA BICI IN CITTA’ (NON POSSO, E’ TROPPO RISCHIOSO, ECC.). VADO IN AUTO. LA BICICLETTA MI PIACE PER IL TEMPO LIBERO. Gli A.d.B. promuovono anche l’uso turistico della bicicletta, proponendo la realizzazione di percorsi, il treno+bici, ecc. Iscrivendoti puoi partecipare alle gite, consultare la biblioteca cicloturistica, ecc. Certo, gli A.d.B. ti invitano anche a lasciare, il più possibile, l’auto nel garage. Ma senza “estremismi”; in alcuni casi è difficile farne a meno. Sicuramente, poi, condividi la necessità di alcune “battaglie”. Se ci fossero ciclopiste sicure, percorsi urbani più piacevoli, ecc., anche tu useresti di più la bici in città!!
  3. GLI A.d.B. FANNO POLITICA Gli A.d.B. sono apartitici. Però, restando nel loro ambito (bici, ecologia), si occupano della “politica” più pulita e genuina. Quella che si fa quando ci si confronta con l’organizzazione della nostra società o delle nostre città. In questo senso nessuno è “apolitico”. Fa politica sia chi tace e subisce (cattiva), sia chi propugna degli ideali e difende i propri diritti (buona). Gli A.d.B. hanno sempre fatto proposte concrete e giudicato i politici non dal “colore”, ma dai loro provvedimenti per favorire (o meno) l’uso della bicicletta.
  4. GLI A.d.B. CONTANO POCO Se ti iscrivi anche tu contano di più! Se gli A.d.B. sono riusciti ad ottenere qualcosa, è anche grazie all’importanza del numero di soci. Ora più che mai occorre far sentire che siamo in tanti, affinchè non si esiti ad agire per rendere Verona più amica dei ciclisti!!
  5. ANCHE SE NON MI ISCRIVO, GLI A.d.B. SI DANNO DA FARE LO STESSO Quelli che si danno da fare sono tutti volontari, quando vedono che i soci calano si “deprimono”. Invece un maggior appoggio li conforta e aumenta la voglia di fare!!
  6. NON HO TEMPO PER PARTECIPARE O PER IMPEGNARMI Iscriversi ad un’associazione significa soprattutto condividerne le finalità. Partecipare, poi, è importante ma non indispensabile. Certo gli A.d.B. hanno sempre bisogno di una mano. Quindi non smetteranno di cercare volontari, ma non è di certo un obbligo.
  7. SONO GIA’ ISCRITTO A MOLTE ASSOCIAZIONI E NON POSSO CONTINUARE A SPENDER SOLDI IN TESSERE Se usi la bicicletta, nessuna altra associazione difende i tuoi diritti o ti dà, per pochi euro, ciò che danno gli A.d.B.!! Non dire che 25 € sono tanti. Spendi di più per una pizza o per qualche rivista.
  8. NON TROVO IL TEMPO DI FARLO Ma se puoi farlo online! E se così non ti piace, fare un bollettino C.C.P. o un bonifico è la cosa più facile del mondo. Metti il bollettino di Ruotalibera insieme alle tue bollette del Gas o della Telecom e, la prossima volta che vai in Posta, unisci l’utile al dilettevole!!
  9. MI DIMENTICO Perchè non ti fai un bel nodo al fazzoletto?
  10. ODIO LE BICICLETTE, ODIO I CICLISTI, VI ODIO TUTTI… Hai provato da uno psichiatra?
Close
Close

Questo sito utilizza strumenti che installano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per raccogliere dati di navigazione (cookie statistici) o per promuovere prodotti e servizi (cookie di profilazione). Possiamo usare i cookie tecnici senza il tuo consenso, ma hai diritto di abilitare o meno quelli statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuterai ad offrirti una migliore esperienza di navigazione.