CicloturismoLe nostre attività

Pedalando intorno a Sommacampagna

L’Anello Terre del Custoza

In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia il Comune di Sommacampagna ha realizzato diverse iniziative per celebrare la ricorrenza. A FIAB è stato domandato di accompagnare alcune escursioni in bicicletta sui luoghi delle grandi battaglie del Risorgimento. Curatore per FIAB di questo progetto è stato il nostro Luciano Zamperini, che ha pure redatto il contributo qui sotto riportato (compresa la bella riformulazione della nostra “mission” associativa), recentemente pubblicato nel bellissimo volume celebrativo dato alle stampe per ricordare l’importante anniversario. Per ogni informazione sul volume e sul materiale informativo sui percorsi storico-naturalistici a corredo è possibile rivolgersi presso il Comune di Sommacampagna (045 8971356 – ufficio.cultura@comune.sommacampagna.vr.it).
Buona lettura.


“Amo i luoghi dove ho incontrato un minuto di pace, non li dimentico mai, li porto con me e conosco la loro essenza intima…”

J. Cortazar

Ci sono luoghi che affascinano perché diversi ed altri che incantano perché familiari. Tra quest’ultimi mi piace il percorso a sud-est del lago di Garda che circoscrive il territorio attorno a Sommacampagna: una cinquantina di km piacevolmente ondulati, ma ben pedalabili, meglio conosciuto come l’Anello Terre del Custoza.

Un paesaggio lindo tra le dolci colline moreniche. Una campagna piena di luce e ricca di un passato che ancora vive e racconta il susseguirsi di antiche presenze: Romani, Longobardi, Scaligeri e Visconti. Perfino gli Unni che, come narra il “Diario di Prisco”, vennero fermati dal Papa Leone Magno proprio qui vicino, nei pressi di Salionze. E poi la Serenissima, i Francesi e gli Austriaci. Delle guerre per l’indipendenza da quest’ultimi ne è oggi triste monito la sagoma bianca e slanciata dell’Ossario: piccolo monumento ad un grande sogno di libertà. Nel fresco interno, come in una chiesa, si rivivono i sanguinosi momenti della nostra recente storia. Utile narrazione, perché senza storia non c’è comprensione. Gli oggetti sui quali si posa lo sguardo, pur non più appartenenti all’attuale quotidiano, appaiono talora ancor caldi, impregnati del vissuto di chi li ha usati lasciando tracce del proprio sudore, e forse anche del proprio dolore. Labili, fugaci tracce del passaggio e del sacrificio di sconosciuti fratelli.

Ora, per completezza di informazione, dovrei spendere anche qualche parola sulle due ultime ere glaciali ed i residui morenici all’origine di questi dolci rilievi ma, se mi è concesso, adesso preferirei girovagare tra questi luoghi e gustarmi in silenzio la loro bellezza: la pieve romanica di S. Giustina o, lassù inconfondibile, lo slancio del sobrio campanile di Sommacampagna, ingentilito dalle contigue ville signorili e piccole case.

Pedalo spesso per queste strade che conosco bene perché, tra tutti quei vigneti ordinati sullo sfondo del monte Baldo, è come essere in vacanza. Opportunamente segnalate per tranquille escursioni, pullulano in ogni stagione di ciclisti di ogni genere e nazionalità. La bellezza di un rito dipende anche dalle ripetizioni. Forse mi sento come quel bambino a cui piace sentire la stessa favola con le stesse parole.

Il forte senso di ospitalità, l’abbondante possibilità di alloggio nonché la facilità con cui può essere raggiunto fanno di questo luogo un piccolo quanto invidiabile paradiso… da sorseggiare lentamente in bicicletta per farlo durare il più a lungo possibile.

FIAB Onlus è un’associazione con organizzazione federativa che si pone come finalità principale la diffusione della bicicletta quale mezzo di trasporto ecologico, in un quadro di riqualificazione dell’ambiente urbano ed extraurbano. Delle 130 associazioni autonome locali, FIAB Verona Onlus si propone di:

  • migliorare la vita di tutti coloro che vivono nei centri urbani, in particolare pedoni e ciclisti, bambini e anziani promuovendo la bicicletta sia come mezzo di trasporto quotidiano che come mezzo di svago;
  • impegnarsi perché la città del futuro non cresca solo a misura di automobile. Un adattamento ad una vita diversa, non una rinuncia alle comodità.

 

Estratto di alcune pagine del libro:

Leggi tutto

Luciano Zamperini

Luciano, se non esistesse bisognerebbe inventarlo.  È senza dubbio una colonna portante di FIAB Verona, al cui servizio pone le sue indiscutibili doti "commerciali", curando e coltivando i rapporti con i molti negozianti ed esercenti nostri partner, che in lui trovano un interlocutore preciso, puntuale e competente con il mondo FIAB, non solo a livello locale.  Conoscitore dei segreti della meccanica ciclistica, è a lui che dovrai sottoporre ogni tuo dubbio, con la certezza di uscirne illuminato e migliorato nella conoscenza. Se è vero che la bici ideale non esiste, è altrettanto vero che con il suo aiuto non ti sarà difficile capire esattamente quale sia la bici più adatta per te. Ma Luciano è anche e soprattutto un gran pedalatore. Dotato di una forza straordinaria, non è difficile incontrarlo in salita, su una bici "normale" (anche se le sue bici non sono mai "normali"), mentre si diverte a stupire con leggerezza i compagni, affiancando (sempre senza interrompere il discorso) pedalatori più giovani che invano cercano di scoprire dove sia nascosta la batteria... Siamo peraltro così sicuri delle sue performance da avergli affidato, qualche anno fa, di rappresentarci nel "Trofeo tartaruga" di Legambiente, una gara simbolica ma importante che ovviamente lo ha visto vincitore. Infine, lo consideriamo la punta di diamante del cicloturismo nostrano. Luciano infatti ha viaggiato molto, girando per l'Europa in tutte le combinazioni possibili, dalla solitaria al piccolo gruppo, alla grande comitiva, sempre traendo il massimo godimento possibile dall'esperienza e mostrando al contempo di sapersi adattare con grande spirito e preparazione a tutte le circostanze e agli imprevisti che ogni viaggio può presentare. Per questo, oltre che per la sua naturale predisposizione al racconto e alla relazione con il prossimo, è anche coordinatore e relatore dei nostri frequentatissimi e apprezzati “Corsi di Cicloturismo”.
Close
Close

Questo sito utilizza strumenti che installano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per raccogliere dati di navigazione (cookie statistici) o per promuovere prodotti e servizi (cookie di profilazione). Possiamo usare i cookie tecnici senza il tuo consenso, ma hai diritto di abilitare o meno quelli statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuterai ad offrirti una migliore esperienza di navigazione.

Alcuni contenuti non sono disponibili!

Questo succede perchè la funzionalità “%SERVICE_NAME%” usa cookie che hai deciso di bloccare. Per vedere questo contenuto, devi autorizzare la ricezione dei cookie: click qui per rivedere le tue preferenze.