Controvento

La bici, un bene di prima mobilità

Chi mi conosce personalmente sa che vendo e riparo biciclette. Le settimane successive alla quarantena sono state delle vere e proprie corse all’acquisto. Le bici si sono trasformate in un bene di prima necessità o, meglio ancora, un bene di prima mobilità.

Purtroppo, nessun grande produttore era preparato ad affrontare quest’enorme e mondiale richiesta di biciclette. Nel giro di poche settimane si sono svuotati i magazzini e tra gli addetti al lavoro giravano immagini di capannoni tristemente vuoti. La cosa peggiore è che le fabbriche non se la passavano meglio, perché essendo stata bloccata la produzione nell’estremo oriente, anche volendo assemblare, mancavano i componenti necessari.

Un disastro.

Proprio perché era diventato impossibile comprare qualunque cosa avesse due ruote e due pedali, ci siamo ritrovati a riesumare, come si dice in gergo, dei veri e propri cancelli: ferrivecchi che non valeva la pena rimettere in strada dopo anni di polvere e ruggine in cantina. Leggendo i preventivi, molti si rendevano conto che costava meno prendere una bici nuova che ripararla, ma la voglia di uscire all’aria aperta prendeva sempre il sopravvento.

Bisogna anche ammettere che il famoso bonus mobilità è servito a molti per “rischiare” nel provare una bici, magari elettrica, ed andare al lavoro pedalando. Col senno di poi, avrei preferito che parte dei fondi stanziati per questo incentivo servissero per costruire e mantenere sicure le piste ciclabili.

(da Ruotalibera 168 – ottobre-dicembre 2020)

Immagine in evidenza di Free-Photos da Pixabay

Leggi tutto

Guido Crivellari

Guido è un giovane ciclista con la passione per il cicloturismo, che trascorre volentieri il suo tempo libero in sella alla bicicletta per vivere esperienze alla scoperta di nuovi territori. L'incontro con FIAB lo ha convinto ancor di più che la bici può rappresentare una soluzione concreta e possibile a tanti dei problemi che assillano le nostre città e ha deciso di impegnarsi nella diffusione del "ciclopensiero". Per FIAB Verona è redattore e social media manager, nonché animatore e moderatore del gruppo Facebook "Amici della Bicicletta di Verona".
Back to top button

Questo sito utilizza strumenti che installano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per raccogliere dati di navigazione (cookie statistici) o per promuovere prodotti e servizi (cookie di profilazione). Possiamo usare i cookie tecnici senza il tuo consenso, ma hai diritto di abilitare o meno quelli statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuterai ad offrirti una migliore esperienza di navigazione.

Alcuni contenuti non sono disponibili!

Questo succede perchè la funzionalità “%SERVICE_NAME%” usa cookie che hai deciso di bloccare. Per vedere questo contenuto, devi autorizzare la ricezione dei cookie: click qui per rivedere le tue preferenze.