Il punto del Presidente

La grande depressione

Il Punto - Ruotalibera 151

La grande depressione: come uscirne

Tranquilli, non voglio parlare di economia, non è il mio campo. La depressione colpisce per esempio alcune persone d’inverno per carenza di luce ma nemmeno di questo parlerò.

La grande depressione è quella che ha colpito tutto il direttivo quando abbiamo provato a tirare le somme sulla evoluzione della mobilità in generale a Verona negli ultimi 10 anni e delle prospettive future. Ormai sappiamo che niente di nuovo si farà fino all’insediamento della nuova amministrazione. Con la depressione però non si risolve nulla né questi sono i tempi delle grandi proteste di piazza.

Resta da percorrere un’unica strada che è in fondo la missione di FIAB: fare cultura.

È per questo e unico motivo che abbiamo deciso che nel 2017 saremo ancora a coorganizzare il Festival in Bicicletta. Certo cambieremo molte cose, saremo in tempo di elezioni e sarà l’occasione per sfidare tutti i candidati a tirare fuori le loro proposte sulla mobilità e confrontarsi con noi. Cercheremo di coinvolgere gli studenti ed avvicinare le famiglie con iniziative adatte. Questo è l’investimento che faremo, non monetario, ma in tempo che dedicheremo all’associazione e, in fondo, a tutta la cittadinanza.

Programma 2017

Mentre sto scrivendo il programma 2017 è quasi completo, ci siamo sforzati di avere un buon equilibrio nelle gite lunghe e brevi, ci saranno anche parecchie uscite infrasettimanali.

In sede proporremo molti appuntamenti, alcuni serali ed altri nel tardo pomeriggio con temi molto interessanti e diversificati proprio per “fare cultura”. Poi le tradizionali iniziative nazionali come Bimbimbici e locali come il parcheggio al Tocatì, la collaborazione con ULSS20 a Villa Buri e Ciclista Illuminato. In sede ogni venerdì pomeriggio proseguiremo con la punzonatura e registrazione bici. Si è rivelata un’ottima occasione per conoscere tanti ciclisti urbani come noi che non erano mai entrati nella nostra sede. Alla fine ispirandoci a Jovanotti “pensare positivo” mi sembra la più giusta via d’uscita. Ovviamente non solo pensare ma anche agire dando l’esempio con la nostra scelta di una mobilità urbana “intelligente” e le iniziative di cui accennavo sopra. Se poi anche a programma completato a qualcuno di voi viene una bella idea, non sia timido, ben volentieri la valuteremo.

+Soci +Forza!

Da ultimo non dimenticatevi che la forza sta anche nei numeri e in questo anno elettorale ancora di più. Siamo da parecchi anni l’associazione FIAB più numerosa d’Italia. Attenzione però, mentre noi negli ultimi anni abbiamo perso qualche colpo, Milano è tornata a crescere e ci insidia abbastanza da vicino. Non vorremo mica perdere il nostro primato? Quindi sotto con le iscrizioni, in sede oppure online: grazie a chi rinnoverà e grazie a chi si iscriverà per la prima volta, certamente non vi deluderemo!

(da Ruotalibera 151 – gennaio/febbraio 2017)

Mostra altri

Giorgio Migliorini

Classe 1951, ex ingegnere (ma un ingegnere è per sempre). Ha guidato generosamente le sorti dell'associazione per cinque anni, dal 2012 al 2017, dimostrandosi al contempo equilibrato e determinato, senza mai mancare di visione e capacità strategica. Dal 2017 è Vicepresidente, molto presente e attivo ovunque ci sia bisogno del suo aiuto. Amante della Cina (si dice sinofilo), ne ha studiato a lungo lingua e costumi, prima di avventurarsi a verificare le sue conoscenze sul posto, in una serie di viaggi incredibili in compagnia della moglie Claudia. Uomo dalle solide basi razionali, preferisce affidarsi alla certezza delle formule, piuttosto che all'incertezza delle poesie; questa predisposizione fa sì che sappia cogliere la bellezza anche in una zona industriale, mentre una ciclabile lungo un canale riuscirà ad affascinarlo solo in presenza di ardite opere di ingegneria idraulica.
Close
Close

Questo sito utilizza strumenti che installano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per raccogliere dati di navigazione (cookie statistici) o per promuovere prodotti e servizi (cookie di profilazione). Possiamo usare i cookie tecnici senza il tuo consenso, ma hai diritto di abilitare o meno quelli statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuterai ad offrirti una migliore esperienza di navigazione.