CicloturismoItinerari

Percorsi in Valpolicella e Valdadige: Itinerario 50

Negrar di Valpolicella, Montecchio, Siresol, Preperchiusa, Negrar di Valpolicella

All’interno della rete ciclistica in Valpolicella e Valdadige, l’itinerario ad anello n. 50, utilizza tratti di strade asfaltate, a basso traffico automobilistico, e alcune panoramiche strade bianche che affacciano sulla vallata di Negrar. L’anello, con partenza e arrivo a Negrar di Valpolicella, attraversa Vigolo, Preperchiusa, Siresol, Montecchio, Cerè e Tomenighe e termina nel percorso 11A.


Itinerario 50. Gennaio 2020

Partiamo da Negrar di Valpolicella, poco dopo il percorso 47, in leggera salita verso villa Rizzardi e il giardino di Pojega, parco di 54.000 mq strutturato su tre livelli, ideato nel 1783 dall’architetto Luigi Trezza. Proseguiamo in salita con pendenza importante che in alcuni punti è del 15% con picchi del 20%. Sulla destra, in alto sulla collina, spicca il profilo del monolite carsico chiamato la “Sengia Sbusa”. Si chiama “Sbusa” per la presenza in sommità di un antro. Sono numerosi i monoliti carsici presenti in zona; la “Sengia Sbusa” è caratteristica per la presenza al suo fianco di un altro monolito e di ripari sottoroccia e di un arco naturale.

Preperchiusa. Gennaio 2020

Arrivati alla Preperchiusa si prosegue su strada bianca che in alcuni tratti diviene cementata in direzione di Siresol. Tratto quasi pianeggiante in questa parte di percorso, con bei panorami sulla vallata sottostante di Negrar. Diversi gli accessi alla “Sengia Sbusa”, da ultimare a piedi: si può accedere da Preperchiusa, continuando in salita, con pendenze notevoli, oppure prima di Siresol deviando a sinistra su segnaletica CAI, oppure con deviazione dal percorso 12, come descritto in altro articolo nei pressi di Casa Antolini. Continuando sul percorso 50, raggiunta Siresol (quota 450 slm), a sinistra si prosegue in leggera salita verso Montecchio, dove incrociamo prima di Montecchio all’incrocio per Dondolo  (quota 560 slm) il percorso 12 che porta verso Fosse.

Itinerario 50. Monoliti della Sengia Sbusa

Prima della svolta a sinistra per Montecchio troviamo la tabella con cartina dei percorsi della Valpolicella e Valdadige con i punti di interesse locali. Un km dopo la svolta per Montecchio giriamo a destra per località Cerè e Tomenighe. Strada asfaltata tutta in discesa. A Tomenighe possiamo osseravre la villa Rovereti Rizzardi. Proseguiamo dritti passando nella rotonda della trafficata strada che porta a Negrar di Valpolicella, dove raggiungiamo in via Emilio Salgari il percorso 11A che porta a Negrar su strade meno trafficate.

Punti di interesse durante il percorso
Villa Rizzardi a Negrar, villa La Sorte a San Peretto, Villa Rovereti a Tomenighe. Il giardino della Pojega a Negrar, la Sengia Sbusa, i boschi di Montecchio, la fioritura dei ciliegi come in località Siresol. Negrar di Valpolicella e Montecchio. Il percorso da Negrar in direzione della Preperchiusa può essere fatto anche a piedi, con una bella escursione adatta in inverno fino alla Sengia Sbusa. Percorso breve di 13 km con dislivello di 450 mt. Percorso particolarmente indicato per le E-Bike, MTB o Gravel, d’estate in quota è gradevolmente fresco, e d’inverno offre nelle belle giornate scenari molto piacevoli. Occorre allenamento alle salite. Se si vuole evitare la dura salita dopo il giardino della Pojega, l’anello può essere fatto salendo da Negrar verso Cerè e Montecchio, raggiungere Siresol, svoltare a destra, per poi scendere da Preperchiusa, verso villa Rizzardi, discesa con pendenze 15%.

Clicca qui per visualizzare la mappa sulla piattaforma Alltrails (ex gpsies).
Loggandoti al sito potrai scaricare la traccia gpx.
Mappa OCM dell’itinerario 50
Tags
Percorsi in Valpolicella e Valdadige
Leggi tutto

Marco Tosi

Pedala tutti i giorni in ogni stagione, percorrendo oltre 10000 km in bici ogni anno. Usa quattro biciclette, una bici vecchia "da palo" sempre pronta davanti casa, una pieghevole da cicloturismo per i viaggi in treno, una e-bike per andare velocemente al lavoro e una MTB in carbonio per le lunghe percorrenze. In FIAB da quasi trentanni è resiliente a Pescantina dove coltiva un'altra sua passione: l'orto biologico. marcotosinurse@gmail.com
Back to top button
Close

Questo sito utilizza strumenti che installano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie vengono usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per raccogliere dati di navigazione (cookie statistici) o per promuovere prodotti e servizi (cookie di profilazione). Possiamo usare i cookie tecnici senza il tuo consenso, ma hai diritto di abilitare o meno quelli statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuterai ad offrirti una migliore esperienza di navigazione.

Alcuni contenuti non sono disponibili!

Questo succede perchè la funzionalità “%SERVICE_NAME%” usa cookie che hai deciso di bloccare. Per vedere questo contenuto, devi autorizzare la ricezione dei cookie: click qui per rivedere le tue preferenze.